Posts in Life
Che fine hanno fatto i gabbiani?

Come ogni estate, trascorro qualche giorno con la mia famiglia nel nord della Sardegna. A caccia di relax e di digital detox incurante di qualsiasi forma di FOMO.

Tra i posti che amo di più c’è Porto Pollo, un istmo di terra percorrendo la quale si arriva all’isola dei gabbiani.

La località oltre ad essere famosa per il mare e il kitesurf, penso abbia preso il nome per la presenza di quei gracchianti pennuti.

Ecco, io quest’anno di gabbiani in Sardegna non ne ho visto mezzo.

Sono emigrati? Non c’è più pesce nelle Bocche di Bonifacio? Si sono nascosti in qualche roccia?

Insomma, quelle riflessioni cariche di significato da fare tra un sonnellino e un altro: dove sono finiti i gabbiani?

LifeAndrea Contino
Non esitare

“Don’t Hesitate” — If you suddenly and unexpectedly feel joy, don’t hesitate. Give in to it. There are plenty of lives and whole towns destroyed or about to be. We are not wise, and not very often kind. And much can never be redeemed. Still, life has some possibility left. Perhaps this is its way of fighting back, that sometimes something happens better than all the riches or power in the world. It could be anything, but very likely you notice it in the instant when love begins. Anyway, that’s often the case. Anyway, whatever it is, don’t be afraid of its plenty. Joy is not made to be a crumb. — Mary Oliver

Via.

LifeAndrea Contino
Come se contasse davvero

L’abito non fa il monaco? In certe occasioni purtroppo ancora sì. In questo interessante excursus di Fast Company si ripercorrono le conseguenze di alcuni formalismi che arrivano da lontano e che arrivano ai giorni nostri obbligando ancora alcuni ad alcune tenute di abbigliamento ligie a dei protocolli non scritti.

Mi rendo conto che questo si ritiene quantomeno necessario per taluni mestieri. Ad esempio se entro in un hotel mi aspetto che il front desk sia munito di una qualsivoglia divisa, benché per svolgere quel tipo di lavoro non sia necessaria. Eppure ancora così è.

Personalmente non ritengo possa mai essere una discriminante. Il mio contributo e valore non andranno mai di pari passo a come mi vesto. Tuttavia i bias a cui siamo sottoposti quotidianamente pregiudicano molte volte il modo in cui vorremmo uscire di casa al mattino.

Now, of course, almost anything goes, thanks to the rise of young founders commandeering successful tech companies, an increase in both remote work and flexible hours, and the freelance economy. Hoodies, soccer slides, and graphic t-shirts that were once only seen on evenings or weekends are now de rigueur for those spending long hours in front of a computer screen. Flip-flops are more frequently spotted on the feet of office denizens in the summer as employers encourage their staff to “come as they are.”

Even Goldman Sachs announced earlier this year that it was revamping its dress code to be more casual. “Part of the rationale for the change might have been that Goldman was trying to attract a younger and more diverse workforce, and suits may send unintended messages about hierarchy and inclusiveness,” says Scott Young, managing director of Client Delivery at CultureIQ.

There are, however, limits to these wardrobe freedoms. A recent study found that nearly half of managers said they were concerned employees dressed too casually, while 32% of supervisors named “too much skin” as one of their biggest issues with the way employees dressed—perhaps indicating that we’re in for another seismic shift in the way we dress at work.

LifeAndrea Contino
La cosa più potente di tutte

Da mercoledì stacco anche io la spina. Non “da cosa” ma piuttosto “per cosa”: star più vicino ai miei cari e a me stesso. Ricaricare le batterie e pensare. Non si sta mai in vacanza dal lavoro, soprattutto se si ama ciò che si fa, ma si sta in vacanza per qualche motivo e questi sono i miei.

Tra le cose che conto di fare sicuramente c’è che dormirò in ogni luogo possibile, oltre a leggere un’infinità di libri arretrati e cercare di postare una cosa interessante al giorno come dal 1° gennaio a oggi.

Esattamente come Dino.

Per finire: c’è qualcosa di più potente della lettura, della scrittura, dell’abbonamento a Medium, dell’esplorazione dei picchi emotivi, dello sputare fuori ciò che fa girare a vuoto, della ricerca del trigger che paralizza quando si è troppo stressati, del litigare con costrutto, dell’alcol, dei videogiochi, di Netflix, della tv, del divano, degli amici: è il sonno. Non conosco nessun altro stabilizzatore dell’umore altrettanto potente. Ho concluso volontariamente giornate complicate andando a dormire alle 21 e il giorno dopo ero come nuovo. When in trouble, go to bed. Non prima di aver fatto il possibile per ridurre il cortisolo in eccesso, naturalmente, altrimenti col cazzo che si dorme.

LifeAndrea Contino
La struttura del Lavoro per come lo conosciamo deve cambiare?

Interessante lecture sulla natura del lavoro e come la sua natura binaria debba necessariamente cambiare.

In this powerful talk, Bridget Loudon explains why the binary nature of jobs and the current way we are working is not fit for purpose in modern times.

She argues that some of our best and brightest minds are being systematically excluded from the workforce because they no longer wish to work in such a structured, hierarchical way. Bridget suggests the path forward is more flexible, project-based ways of working, where talented people can stay engaged in work that is right for them and businesses can engage the right talent, at the right time to get critical work done faster.

Bridget believes we have a unique opportunity in history to make some changes to the way we work which will set us up for a more prosperous and inclusive future.

LifeAndrea Contino
Sii la tua misura di valutazione

And to measure yourself against no one but yourself. Raise your standards as often as you can, but not because someone else you chose out of the lineup of success is somehow ahead of you.

È un approccio che ho sempre adottato nella mia vita, ma specialmente nella mia carriera. Ho evitato a me stesso tanti fegati amari, invidie, rabbie. La vera competizione è con se stessi, guardarsi alle spalle e dire cosa potrei fare di più? Cosa avrei potuto fare meglio? In cosa posso migliorarmi ancora?

LifeAndrea Contino
Un giorno alla volta

Taking it day by day means reducing the degree of control we expect to be able to bring to bear on the uncertain future. It means recognising that we have no serious capacity to exercise our will on a span of years and should not therefore disdain a chance to secure or one or two minor wins in the hours ahead of us.

We should – from a new perspective – count ourselves immensely grateful if, by nightfall, there have been no further arguments and no more seizures, if the rain has let off and we have found one or two interesting pages to read.

As life as a whole grows more complicated, we can remember to unclench and smile a little along the way, rather than jealously husbanding our reserves of joy for a finale somewhere in the nebulous distance.

Given the scale of what we are up against, knowing that perfection may never occur, and that far worse may be coming our way, we can stoop to accept with fresh gratitude a few of the minor gifts that are already within our grasp.

LifeAndrea Contino
I posti più violenti del pianeta

Così, per un lunedì mattina energetico.

We would bet that some of you are world travelers, seeking adventure and exploring new parts of the world, but would you be brave enough to visit some of the most dangerous places in the world? In today's educational video we countdown the top 10 most dangerous places in the world.

LifeAndrea Contino
Non c'è bisogno di essere eccezionali

Many of us walk the earth with a feeling that, in order to acceptable, we need to be something very special indeed. It could sound like ambition, but it's closer to neurosis - and a source of constant and unnecessary pain. Here are some tips to unwind the affliction.

“It’s a rather simple question that quickly gets to the core of someone’s sense of well-being and legitimacy: did your childhood leave you feeling that you were – on balance – OK as you were? Or did you somewhere along the way derive an impression that you needed to be extraordinary in order to deserve a place on the earth? And, to raise an associated question: are you therefore now relaxed about your status in life? Or have you become either a manic overachiever or filled with shame at your so-called mediocrity?”

LifeAndrea Contino
Per i complottisti all'ascolto

Ciao.

Quindi, verifichiamo quello che possiamo verificare ma, per carità, non cadiamo nel complottismo per partito preso. Se poi volete continuare a credere, per esempio, che la terra è piatta, che gli allunaggi non sono mai avvenuti, o che il cambiamento climatico è il risultato di un complotto di migliaia scienziati che si sono messi d’accordo per inventarsi tutto, beh, come dicevo, rendersi ridicoli è un diritto che non si dovrebbe negare a nessuno.

LifeAndrea Contino