Un giorno a Corte con Pasquale Paoli

Sono stato parecchie volte a Bonifacio, vista la misera distanza dalla mia casa in Sardegna. Tuttavia non sono mai andato oltre, la Corsica per me ad oggi è ancora completamente sconosciuta.

Quest’anno la nostra vacanza ci ha portato a Île-Rousse, con uno stop di una notte a Corte. La prima cosa da notare risiede nel tragitto. Abituato alle mille curve della Gallura, guidare da sud verso il centro della Corsica è un piacere.

Girovagando a Corte si respira subito un’aria carica di Storia con la S maiuscola. È una cittadina arroccata, simile a Bonifacio, con tanti sali scendi, delle mura e una cittadella che ospita un museo.

Nel centro c’è una statua di Pasquale Paoli, nome comparso più volte nel tragitto e del quale ignoravo completamente la storia e i retroscena. Wikipedia viene in soccorso.

public.jpeg

Pasquale Paoli è considerato una sorta di Garibaldi, ma non per moti di unificazione, ma piuttosto per lo spirito patriottico e per il ruolo di Padre della Patria. Corso di nascita ma italiano nel cuore, rende per 14 anni la Corsica indipendente a metà del ‘700 fondando la Repubblica Corsa, un’università proprio qui a Corte, capitale della repubblica e la costituzione corsa che fu la prima costituzione al mondo scritta secondo i principi dell'Illuminismo, e comprendeva la prima implementazione del suffragio femminile.

C’è sempre da imparare. Viaggiare è un investimento sul sapere.

TravelAndrea Contino