I telefoni pieghevoli

Ne scrive Om Malik. Uno che mangia pane e tecnologia da molti anni:

Admittedly, foldable phones are exciting. You can hear it in the eagerness of the mobile writers. But I confess, I see these as pre-beta devices, which are hardly conducive to productivity and lack elegance. At least, that’s the case right now. It wouldn’t surprise me if we see some magical improvements in these devices over the next two years. Huawei and Samsung will probably make a lot of progress. Apple will sit on the sidelines — and might even run the risk of being Nokia-ed.

At the end of the day, however, these foldable phones are still variants of the rectangular glass that was introduced over a decade ago. If 5G networks have to become a reality, meaning more power, bandwidth and speeds have to be consumed, we should expect the form factors to be redefined away from the glass rectangle. My guess — which you may take with a pinch of salt, as it is a big one — is that we should expect the next form factor to redefine our expectations of what a communications device is supposed to be.

Le innovazioni introdotte da Samsung e Huawei sono apprezzabili. Il cambiamento arriva sempre da un’idea in grado di spezzare la routine del mercato.

Posto che sono due device ai loro stadi primordiali, vedremo se il mercato seguirà questo approccio abbandonando definitivamente il rettangolo di vetro, oppure se faranno la fine dei vecchi Nokia foldable.

Personalmente non fanno per me, sono troppo grossi perdendo totalmente il concetto di mobilità, di avere un device in tasca abbastanza piccolo da infilarcelo e abbastanza grande da poter leggere sullo schermo.

Apple ci ha dimostrato come abbia sempre avuto nella sua storia dei flussi ciclici di alti e bassi, al momento può permettersi di stare a guardare.

Vedremo se sarà un inseguimento continuo a questo nuovo ibridi, forse i primi veri phablet, con un abbassamento drastico dei prezzi da qui a 3 anni, oppure se come per il 3D e gli schermi curvi il mercato ne decreterà la morte prematura.