Progetti di conservazione

Internet è un luogo magnifico. 

Chi non lo reputa tale non ne ha mai capito l'essenza e l'utilità. O probabilmente lo sta utilizzando per farsi assorbire il cervello da like, gattini, gif animate o tutte e tre assieme.

Si dice che Internet non dimentichi. Non dimentica quella foto da ultra ubriachi appena usciti da un malfamatissimo locale postata sul tuo profilo senza il tuo consenso, non dimentica i siti che hai visitato, ma qualche volta non dimentica anche le cose buone.

Archive.org è da qualche anno ormai il più grande progetto di archiviazione al mondo. Contiene non solo la memoria storica dei siti web, ma anche foto, video, libri e software. Cosa che in pochi sanno. 

Oggi ne ho scoperto un altro, un progetto infinitesimale rispetto ad Archive.org, ma nostalgico e romantico per la tipologia di archivio che propone. È un progetto tedesco e si chiama: Conserve The Sound

Conserve The Sound

I rumori più iconici degli oggetti del passato, registrati finemente per ricordarci forse momenti felici o tristi di strumenti che hanno scandito la nostra vita.
Il Walkman e quello della videocamera mi hanno riportato alla mente gli anni dell'infanzia, la prima musica e i primi tentativi di sperimentazione video. Il primo con tutti quegli scatti che sembrava dovesse distruggere la cassetta da un momento all'altro, la seconda con dei versi che nemmeno dei cetacei in pieno oceano. 

Poi ne ho scoperto un altro. Forse più simile ad Archive.org, ma in un paio di clic parte immediatamente l'effetto nostalgia per chi, pioniere del web come me, era abituato a vedere i siti fatti in questo modo. Si chiama Web Design Musem e raccoglie circa 900 siti selezionatissimi dal 1995 al 2005.

Web Design Museum

Internet è un luogo magnifico.

AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.