Miele di Manuka

Da qualche tempo sugli scaffali dei nostri supermercati ha iniziato a circolare il miele di Manuka. Ne ho acquistato un vasetto senza saperne nulla, men che meno conoscendone le proprietà benefiche, ma attratto soltanto dalla provenienza. La Nuova Zelanda.

Il miele di Manuka ha un costo altissimo ed è anche detto l'oro liquido, proprio per il prezzo molto elevato. Ma c'è un motivo.

Dal nome botanico Leptospermum scoparium, manca è un miele prodotto esclusivamente in Nuova Zelanda dal nettare dell'albero di manuka. Mentre un componente presente nel miele di Manuka, scoperto nel 2006 e denominato Metilgliossale alimentare sembra avere delle proprietà antibatteriche. Qui ne ho trovato un'ampia lista anche se non dimostrate scientificamente.

Sembra inoltre che in corso ci sia una vera e propria "guerra" commerciale per dimostrare l'autenticità del prodotto con varie certificazioni da rispettare per poter essere considerati autentici. Questo articolo de The Independent lo racconta molto bene. Per ora nei punti vendita fisici ho trovato soltanto il brand Rowse, tra quelli citati per rispettare questi obblighi, ma online se ne trovano molti altri. 

Segnalo l'italiana e piemontese Brezzo che vende su Amazon 3 versioni con concentrazioni di Metilgliossale differenti. 

Il sapore

Al palato ha un sapore forte, caratterizzato da un aroma oleoso ed erbaceo. Ha un sapore complesso, sicuramente minerale e leggermente amaro.

Non resta che testare questi eventuali benefici durante la stagione invernale.

AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.