Il Cimitero delle Bici

Ne parlavo giusto ieri a pranzo con un collega. Qui a Milano, ma come credo anche nel resto d'Italia e d'Europa, l'arrivo dei servizi di bike sharing, come Ofo o Mobike, in mano sostanzialmente a soli brand cinesi ha avuto soprattutto un impatto positivo e non ha deturpato più di tanto il decoro urbano o l'impatto estetico delle nostre città (tranne alcune eccezioni). 

In Cina la situazione è parecchio diversa.

L'anno scorso, il bike sharing è decollato in Cina, con decine di aziende di bike-sharing che hanno rapidamente intasato le strade delle città con milioni di biciclette a noleggio dai colori vivaci. Tuttavia, la rapida crescita ha superato di gran lunga la domanda immediata e ha travolto le città cinesi, dove infrastrutture e regolamenti non erano preparati a gestire un'improvvisa inondazione di milioni di biciclette.

Quando le città hanno sequestrato le biciclette abbandonate a migliaia, si sono spostate rapidamente per aumentare la crescita e regolamentare l'industria. Vaste pile di biciclette sequestrate, abbandonate e rotte sono diventate una vista familiare in molte grandi città.

The Atlantic ci ha fatto un servizio fotografico spettacolare. Sembrano tulipani, ma non lo sono...

 Shanghai. (Yibo Wang / Shutterstock)
AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.