Flauto di pelle

A me la musica italiana, in genere, non garba. 

Non l'ho mai sopportata, quel pop forzato a tutti i costi, il rock e il rap scimmiottanti ciò che avviene in UK o US, il cantautorato sempre troppo uguale a se stesso. 

Dimenticavo però che questo 2017, oltre a tutto il resto, mi ha portato a scoprire Andrea Martinelli. Così, per caso, una sera d'agosto dove di solito trascorre le ferie estive. 

Nonostante cantasse in italiano, nonostante le ballate mix tra De André e Celentano, mi ha coinvolto. 

L'ironia e i temi crudi della quotidianità italiana mi portano a consigliarvi l'album Sottoponziopilato, che poi è disponibile tutto su YouTube

AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.