280

Twitter raddoppia, solo per alcuni selezionatissimi account (anche se esiste già un modo per averli), i caratteri a disposizione per comporre un tweet, diventando così 280. L'annuncio è stato dato ieri dal loro blog:

Ora, riflettendoci un po' questa mattina mi sono domandato un paio di cose.

Prima di tutto, perché? Come scrivevo a gennaio del 2016, Twitter dovrebbe fare Twitter e non scimmiottare altri servizi. Si snatura essenzialmente ciò per cui Twitter è stato creato, come scritto nell'articolo del Guardian:

Brevity is the soul of wit, as Shakespeare told us. A curious claim coming from a man who wrote four-hour-long plays, admittedly – but brevity is definitely the soul of Twitter. A good tweet boils information down into what’s essential. You get the headline, and a little more detail. That’s it.
That’s why whenever big news breaks, Twitter is the best place to go. It’s almost always faster and more efficient than television, radio, newspapers, or any other source. I love the Guardian’s live blogs, but when something major unfolds, Twitter becomes a collective live blog written by the world’s best journalists (at least if your feed is well-curated). Brexit, Trump’s election, the recent hurricanes – all of these events, and countless others, unfolded in a more compelling way on Twitter than anywhere else.

Divertentissimo in tal senso un tweet di un editor della rivista VICE che "ri-scrive" il post dell'annuncio del CEO di Twitter Jack Dorsey stando nei 140 caratteri:

Secondo punto, ciò che vengono addotte come scuse che hanno portato all'esperimento sono molto fragili e completamente arbitrarie. Non ci sono molti dati a supporto e sembra solo una mossa per provare a cambiarne l'utilizzo da parte degli utenti.

Insomma, più un canto del cigno che una svolta.

Che ne pensate?

AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.