Unconscious bias

O ciò che più propriamente possiamo tradurre come pregiudizio inconscio o un'inclinazione inconscia verso qualcuno o qualcosa.

Una sensazione che tutti nella vita abbiamo provato. Un riflesso istintivo che proviene dalle nostre basi culturali, dalla cerchia sociale alla quale apparteniamo, dai valori ai quali abbiamo forse sempre attinto fin da piccoli.

Pensate al lavoro, vedete una collega fare armi e bagagli e uscire dall'ufficio alle 16.00. Il primo pensiero istintivo, e non negatelo è capitato a tutti, è quello di dire "Ma quindi oggi mezza giornata?". Eppure non sappiamo niente di quella collega, della sua vita, di cosa accade ogni giorno oltre l'orario lavorativo, e che magari rimane col PC aperto fino alle 23 mentre noi siamo già sognanti nel letto..

Questa piccola storiella è l'esempio perfetto. Ma ce ne sono molti altri e di molto più tosti e pesanti.

Ieri, proprio qui in ufficio abbiamo fatto un bell'esercizio su questo concetto. Ho scoperto innanzi tutto questa bellissima campagna di Accenture:

Inoltre, il corso proprio sull'unconscious bias che ogni dipendente Microsoft è chiamato a fare internamente, è disponibile anche per il pubblico a questo indirizzo. Vi raccomando di seguirlo, sfaterà tante assurde convinzioni alle quali siamo abituati perché troppo spesso non guardiamo oltre in nostro orticello.
Spesso una delle cause principali di tutti i casini di questo mondo.

Shared happiness for an unbiased world.

AC è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.