Quante analogie

L'America scopre di aver fatto una cazzata. 

Improvvisamente i media si attrezzano per creare task force per controllare il suo passato, il suo operato e anche quando andrà al gabinetto. 

Si ergono a paladini dello status quo e del mantenimento di ogni sorta di libertà. 

Ma quello che, soprattutto online, si trova sono ossessioni che mi ricordano tanto quelle dei media nostrani durante il "ventennio" berlusconiano.

Una specie di ossessione compulsiva buona a riempire paginate di inchiostro e a far vendere più copie o generare più clic.

Vedasi la poca felicità della moglie durante il suo discorso di insediamento (Slate, The Slot).

E se da oggi in avanti il giornalismo potrà prendere una piega migliore, come sottolinea Politico, proprio grazie all'elezione di questo super-uomo a tratti misogino, omofobo e razzista lo dovrà fare prestando attenzione a come cambierà gli Stati Uniti, se stravolgerà le politiche interne, se combinerà inciuci per favorire i poteri forti o si getterà in guerre inutili. 

Wait. Ma non han già fatto così molti che l'hanno preceduto?

Coraggio, che mancano solo 3 anni. Almeno voi avete questa fortuna.