Expottimismo

Ne vorrei tanto avere. Perché ho sempre guardato all'Expo 2015 come un bel momento per la mia città natale, per far vedere al mondo che tutto non è ancora perduto, che ancora una volta siamo stati  bravi a tirar fuori quello spirito italiano del farcela all'ultimo secondo. 

Sembra peggio del previsto. Sui media internazionali, a parte qualche menzione per le celebrazioni iniziali, sembra un evento non necessario, da passare in sordina e come dicevo nel post della scorsa settimana, quasi da città di seconda categoria. Conosciamo fin troppo bene le infiltrazioni mafiose e di corruzione che hanno caratterizzato i processi costruttivi delle infrastrutture, i ritardi spaventosi, e adesso anche i casini sui biglietti.

Quali? Ci arrivo.

Premetto di non esserci ancora andato, anche se con estrema certezza so accadrà in diverse occasioni da qui ad Ottobre, perciò non mi permetto di criticarne i contenuti e le ambientazioni (Seguo, ad ogni modo, assiduamente i report di Severgnini) e giudicherò solo dopo aver varcato la soglia d'uscita.

Stamattina però mi imbatto nel post di Giovanni e la sua pessima esperienza d'acquisto del Season Pass. Un biglietto nominale dal costo di 115€ da permettere un'entrata giornaliera per tutta la durata di Expo. Se leggete fino in fondo e abitate l'Internet da un certo periodo immagino avreste posto la stessa domanda fatta stamane a Giovanni:

Ma questo benedetto Season Pass non lo potevi acquistare online?

No. Giovanni non avrebbe potuto. Perché? Perché dal sito di Expo non è un'opzione prevista. E questo è quanto si può trovare sul sito: 

E’ PREVISTO UN ABBONAMENTO VALIDO PER I 6 MESI IN CUI SI TERRÀ EXPO 2015?
Sì, è previsto un Season Pass che consente un ingresso giornaliero dalla data di attivazione fino al 31 Ottobre 2015. Il season pass è nominativo, riporta nome e cognome del titolare e pertanto non è cedibile. Per accedere al Sito Espositivo è obbligatorio presentare un documento di identità.
I titolari di season pass potranno accedere al Sito Espositivo attraverso varchi dedicati.
Tali abbonamenti possono essere acquistati alle biglietterie Expo sul Sito Espositivo oppure presso Expo Gate (Piazzale Cairoli, Milano).

A parte la pagliuzza, è È e non E', mi sono alquanto stupito. Poi ho fatto una lunga rilfessione. Perché non incentivare allo stesso modo l'acquisto del Season Pass come il resto dei biglietti? Un guadagno minore? Possibile, visto che un singolo biglietto adulto costa 39€.

A dirla tutta all'inizio c'era anche la possibilità di acquisto online intermediato, tramite un indirizzo email, ma la cosa non sembra essere finita bene e le FAQ sono state modificate. Quindi un esperienza fisica, nel 2015, sembra essere l'unica valida per acquistare un pass per tutti e i 6 mesi. 

Ho apprezzato molto l'iniziativa fatta insieme a Twitter. Un account dedicato all'evento, da utilizzare per ricevere maggiori informazioni: @AskExpo. L'ho utilizzato, da bravo e diligente Social addicted, ma devo ammettere, la risposta non è stata delle più felici, anche perché priva completamente di senso

Ultima osservazione. Pensare di avere solo un pubblico italico credo sia stato il solo criterio per la scelta dei sistemi di pagamento del sito di Expo. 

American Express, così come PayPal non sono sistemi di pagamento accettati. Ed evidentemente non c'è una spiegazione nemmeno per questo. Facevamo prima a chiamarlo Expo 2005.

È tutto molto verybello!

Update. Ho ricevuto risposta da Giacomo Biraghi, uno delle persone del team Digital PR di Expo 2015. 

Non molto esaustiva, immagino ci siano motivazioni dietro, ma non sufficienti per un evento internazionale. Segnalo però, sempre dall'account di Giacomo, una bella iniziativa dedicata a Blogger e Social Media influencer, ma bisogna avere almeno 5000 follower su uno dei social indicati.

Si chiamano Social Media Day e sono alcune giornate dedicate a blogger etc. Ci si può iscrivere e sperare di essere ricontattati per ricevere accredito per una delle varie giornate a tema.