McDonald's Italia e le novità per #Expo2015

Sono 4 i nuovi panini presentati ai blogger intervenuti ieri sera per l'occasione. Sono in edizione limitata per la durata di Expo 2015, benché uno di questi entrerà a far parte per sempre del menu McDonald's. 

Andiamo con ordine.

Abbiamo conosciuto chef Paola Bagataj, 25 anni in McDonald's e creatrice dei famosi McItaly, che ci ha accompagnato nella comprensione di quanto fa McDonald's per rispettare il massimo della qualità dal punto di vista della conservazione degli ingredienti utilizzati

Per poi spostarci direttamente in cucina e visionare come i panini e il resto delle ordinazioni prendono vita una volta sui vassoi dei clienti. 

Ci spostiamo subito dopo in sala per farci comporre ed assaggiare le 4 novità. Due panini con carne di Black Angus allevata in Italia, i McAngus. Uno all'astice alla catalana, pescato in Canada e trattato nel Maine, il McLobster e l'ultimo completamente vegetariano, il McVeggie. Proprio quest'ultimo è il primo panino completamente vegetariano che troveremo da McDonald's in Italia, con una pastella composta da broccoli, spinaci, carote, mais e piselli. Accompagnata da una salsa al pesto rosso.

Il primo McAngus resterà in menu per tre settimane dal 20 maggio nella variante Bacon e per altrettante a partire dal 10 giugno nella variante Supreme con provolone. Mentre il McVeggie  sarà l’unico a entrare stabilmente in assortimento. 

Sono prodotti di una fascia più alta rispetto ai classici panini McDonald's e per questo motivo in tutti e quattro ci sono delle salse dedicate. Nei due Angus troviamo delle demi glace, nel McLobster maionese al limone, in quello vegetariano come detto il pesto rosso.

Ora,  giusto per trasparenza citata da Vincos, non ho ricevuto compenso alcuno per scrivere questo post. Mi è stato proposto un rimborso spese per postare invece sugli altri social cosi. 

Di McDonald's si è già detto tutto e il peggio di tutto in questi anni. Io non ho mai avuto remore a mangiarci sebbene ne limiti il consumo a 3/4 volte l'anno. Nutrivo la profonda curiosità di vedere come gli alimenti vengono processati, trattati e poi cotti e ho constatato quante trafile burocratiche e  di ottemperanze siano necessarie prima di presentare un prodotto finito sulla tavola. 

Sembrerà strano vedere del fast food sui miei canali, dove di solito propongo assaggi di un altro tipo di ristorazione, ma McDonald's, quanto meno la sua branchia italiana, sembra compiere sempre dei grandi sforzi per ricercare e immettere sul mercato dei prodotti molto vicini al gusto della nostra penisola, seppur rimanendo fedele a una produzione di massa.

Ps. la cosa migliore sono quelle spinacine con parmigiano, una droga!