Pizzeria La Taverna - Milano

Se sei di Milano o ci hai vissuto per sufficiente tempo per sentirtene parte e hai un account Facebook, avrai sicuramente pigiato il bottone "Mi Piace" sulla pagina denominata "Il Milanese Imbruttito".

Al di là della fenomenale raccolta di espressioni gergali per le quali molto spesso mi sento chiamato in causa in prima persona, la pagina si è evoluta negli anni anche in un blog che di tanto in tanto racconta la milanesità fatta di luoghi comuni, costumi, usanze e cibo. 

Ricordo di essermi imbattuto già quest'inverno nella classifica delle migliori 5 pizzerie di Milano secondo loro, ma avendo già provato la prima, Piccola Ischia, ho deciso di testare la seconda: La Taverna in Via Anzani 3, Milano

Il locale è spartano, ma arredato con gusto, niente fronzoli, forno a legna a vista e spiccata connotazione partenopea. Ci sono circa una ventina di posti a sedere all'esterno, mentre dentro oltre ad una piccola sala appena entrati, ce n'è una molto ampia nei locali al piano seminterrato.

Nonostante la gustosissima bufala servita come antipasto, la presentazione della stessa nel piatto non è stata delle migliori. Il piatto forte resta ad ogni modo la pizza. 

Croccante e ben cotta, risulta meno "gonfia" e liquida di tutte le pizzerie napoletane provate a Milano, tuttavia il poco sapore della pasta non lascia altrettanta soddisfazione al gusto quanto alla vista. Ottimo il pomodoro fresco.

Fosse stata un pelino più gustosa, avrebbe raggiunto il mio personalissimo olimpo. Ingiustificate le assenze di Spontini e de Il Griso di piazzare Maciachini per quanto mi riguarda, benché probabilmente siano da classificare in un'altra categoria di pizza rispetto alla tradizionale.

La Taverna di Via Anzani per me si prende 2 stelline su 4.

★★☆☆ 

Alla prossima degustazione!