L'inevitabilità dello streaming

Con oggi cade uno degli ultimi baluardi e tabù della musica streaming. Dopo i Black Keys, i Metallica, i Led Zeppelin e gli AC/DC da questa notte a mezzanotte i Beatles e i loro album si possono ascoltare sui 9 principali servizi streaming musicali (Apple Music, Spotify, Deezer, Google Play etc.).

The Beatles

Sebbene non siano nella maggior parte dei casi le registrazioni originali, ma i remix più recenti, con buona pace dei puristi dei Beatles su vinile, credo sia un momento simbolico per questa industria, la sua rapidità di trasformazione e come del resto come lo streaming sia diventato inevitabile.

Non perché i Beatles, o meglio ciò che ne rimane di loro, ne avessero bisogno dato il loro planetario è immutato successo nel corso dei decenni, piuttosto perché è qui che si ascolta la musica oggi. Queste piattaforme definiscono i gusti attuali e futuri, dettano i trend musicali nonostante tutto e credo che una gran moltitudine di utenti di Spotify, Apple Music e così via non abbia mai ascoltato un loro album per intero.

Un buon momento per farlo. I vari servizi si danno battaglia a suon di esclusive, ma quasi tutte si attestano nell'area pop o hip-hop, i due generi che dominano le classifiche oggi. Il rock, come facile pensare dall'elenco iniziale, soffre un po' di un calo creativo negli ultimi tempi. Bene esserci ovunque.

Sono in tanti a storcere il naso allo streaming, basta farsi un giro oggi sulla pagina della band. Ci sarà anche tanto da perdere in termini di qualità, ma tanto da guadagnare come bagaglio culturale. C'è poi chi si diverte a fare il paragone con Adele, record di vendita del suo ultimo album e nemmeno un secondo di streaming. Ma Adele è stata brava a sfruttare il suo importante talento, capace di affondare a piene mani nei gusti musicali pop di questi anni rappresentandoli attraverso canzoni dalla grande rappresentatività.

I Beatles non hanno più il grip che avevano su una certa fascia d'età, immagino molti non sappiano nemmeno chi siano. 

La scelta calpesta un po' gli amanti dell'experience, ma spande il fluido delle origini del rock alle masse di oggi e ai fruitori musicali dell'ultima ora.

Get back to where you once belonged