Sonos & AirPlay su Mac e Safari. Si può fare!

Per amore della musica. Scimmiottando lo spot di Sky degli ultimi tempi mi verrebbe da dire. Miei cari 25 lettori, come sapete bene sono patito per la buona musica. Non sono certo quello che si potrebbe chiamare un addicted, ma mi arrangio e coltivo la passione audiofila più che posso.

Come forse avrò già detto il momento in cui ascolto maggiormente musica è davanti al computer, nello studio di casa tramite sistema Sonos. 

Sonos, per chi no lo conoscesse (molto male!!) è una rivoluzione a cui mi hanno introdotto nel 2011. Sostanzialmente con una spesa contenuta è possibile trasformare la propria casa in un sistema di filodiffusione. Ci sono queste casse dal design molto accattivante che si lasciano controllare da una potente applicazione e sono in grado di funzionare sia singolarmente sia in gruppo.

Perciò se volete intrattenere ospiti con Mozart, mentre voi siete in cucina a spadellare con i Metallica è più che fattibile. Oppure sparare un velocissimo brano dei Millencolin (li sto ascoltando in questo momento) potete fare anche quello. Il video sarà molto più esplicativo di queste poche righe, ne sono certo.

Sebbene l'applicazione di Sonos sia in grado di controllare e distinguere in modo molto preciso tutte le fonti audio da cui attingere (da Spotify a Rdio, dal vostro iPad al vostro Surface) avevo e ho un problema logistico di non poco conto.

La cassa Play:5 posizionata nel mio studio è troppo distante dal mio computer principale, indi per cui risulta impossibile riprodurre il contenuto audio di quest'ultimo come ad esempio quello proveniente dal browser o dalle applicazioni di Rdio o Sonos, in quanto, la sopracitata applicazione gestisce tutto tramite API interne.
Ovvero, se volessi ascoltare musica dal mio desktop attraverso Sonos dovrei far partire Rdio o Spotify direttamente dall'applicazione di Sonos, perdendomi ad esempio i contenuti audio di un video YouTube, oppure qualsiasi altra fonte sonora proveniente da browser.

La soluzione adottata in questi ultimi 3 anni è stato un palliativo. Ho acquistato un Creative Lab Wireless Home System. Sostanzialmente da un lato posizionavo il ricevente accanto al Play:5 e la chiavetta USB come trasmettitore direttamente dal mio computer. 

Essendo un oggetto la cui tecnologia fondante è il bluetooth ho sofferto per 3 anni di interferente piuttosto fastidiose con qualsiasi mouse wireless decidessi di adottare con qualsiasi sistema operativo OS X. Dal magic mouse al nuovo Trackpad sempre gli stessi problemi. Costanti lag durante lo scorrimento della freccia e scrolling delle pagine.

Si ho avuto una bella pazienza. Finalmente mi sono deciso a cercare una soluzione alternativa. Ho studiato a fondo sia AirPlay (la tecnologia streaming di Apple) così come il sistema Sonos che di recente ha iniziato a supportarla.

Ho risolto così.

Ho acquistato un'Apple AirPort Express e l'ho agganciata alla mia AirPort Extreme che utilizzo come backup dei miei dati, anch'essa lontana dal mio computer, ma vicina al router di casa.
Come vedete a sinistra la prima porta ethernet dell'AirPort Express, che è quella portante va agganciata ad uno degli slot liberi sull'AirPort Extreme, mentre il secondo slot ethernet è dedicato al Play:5 (foto di destra).
Infine, un cavo jack che dall'AirPort Express arriva al Play:5.

A questo punto è necessario passare alla parte software. OS X El Capitan dovrebbe segnalarvi immediatamente di un nuovo device, se così non fosse cercate l'utility AirPort Utility app. Una volta aperta, andate su Altri dispositivi Wi-Fi e vi chiederà di impostare un nome per la vostra nuova AirPort Express. Io l'ho rinominata come AirPlay, in modo da sapere sempre riconoscerla. Tuttavia la grafica dovrebbe aiutarvi subito.

A questo punto è il momento di aprire l'applicazione di Sonos che dovreste avere già installato sul vostro sistema operativo e andare in impostazioni e poi preferenze stanza, come nelle foto qui sotto. 

Il penultimo passaggio è selezionare il nome della stanza assegnata alla stanza a cui state apportando la modifica, nel mio caso Studio, e posizionarsi su Line-in.
A questo punto bisogna selezionare Livello 4 (AirPlay) nella voce livello della sorgente line-in e spuntare Usa Volume di Autoplay.

Infine sarà sufficiente andare nelle impostazioni riguardanti il volume e selezionare come uscita il nuovissimo dispositivo trovato.

Il gioco è fatto. Ora qualsiasi cosa venga riprodotta dal computer viene sparata direttamente sul mio Play:5 senza nessun tipo di lag audio, ma soprattutto sistemando il fastidiosissimo problema del rallentamento della freccia del mouse. 

Non preoccupatevi se non sentite i rumori del sistema operativo è più che normale. È più che normale. Gli effetti sonori vengono gestiti dal mio monitor Apple e tutti i suoni come il cestino, l'arrivo di una email o altro li sento direttamente da lì.
Non ho provato con un altro monitor sprovvisto di casse, ma non vedendo come opzione selezionatile AirPlay tra le voci del menu Effetti Sonori non lo ritengo un'opzione percorribile.

Spero possa aiutare altri nella mia stessa situazione.