#WhyIBlog Intervista ad Alessandra Farabegoli

Quest'oggi ospito su queste pagine Alessandra la quale purtroppo non sono ancora riuscito ad ascoltare dal vivo, ma che in tanti video mi ha sempre acceso un pizzico d'invidia per come è riuscita a fare del suo blog uno degli strumenti principali del suo lavoro da free lance.

Eccola.

Presentazioni. Nome, Professione, URL e piattaforma utilizzata

Alessandra Farabegoli, web strategist, www.alessandrafarabegoli.it, WordPress

Alessandra Farabegoli

Perché hai un blog?

Per scrivere di cultura digitale, uso della rete, web marketing, e far capire il mio approccio al digitale e il mio metodo di lavoro. 

Come ti ha aiutato nel mondo del lavoro?

In questi anni il mio blog è probabilmente stato uno degli strumenti principali che mi hanno aiutata a farmi conoscere, apprezzare e cercare. Oggi scrivo meno spesso di qualche anno fa, ma distribuisco i miei post attraverso una newsletter con oltre 1000 iscritti e li diffondo sui miei profili social. Ogni anno raccolgo i miei post "didattici", li organizzo in capitoli e faccio un'accurata revisione di quel che è cambiato, perché nel mio lavoro gli strumenti si evolvono continuamente: il risultato è un ebook gratuito, il "Manuale di buonsenso in rete", che è stato scaricato e letto da migliaia di persone. 

Quale significato ha oggi avere un blog? Non sono sufficienti i social network?

Il blog è il mio spazio, casa mia, lo uso per scrivere post anche lunghi, qualcosa che valga la pena di leggere anche dopo un po' che sono stati scritti. I social network sono per la conversazione, i link "sul pezzo", le riflessioni brevi ed estemporanee

Un blog che consiglieresti di seguire?

"Nessuno dice libera", il blog di una brava anestesista che lavora in un piccolo ospedale e racconta la professione medica da dentro. No, nessun blog di socialmediadigitalqualcosa, quelli li conoscete già: bisogna anche guardare fuori dal proprio orticello, no? http://nessunodicelibera.wordpress.com/