Bose SoundLink Mini - Test

Quando mi hanno proposto di testare i nuovi Bose SoundLink Mini ho accettato immediatamente. L'avevo visto da un collega in ufficio e mi aveva subito incuriosito.

Tanto piccolo, quanto potente.

SoundLink Mini 1.jpg

All'interno della confezione oltre al diffusore è presente una basetta per la ricarica, che può comunque avvenire anche senza, e il carica batterie.

Il primo test l'ho fatto in macchina, nel tragitto per andare da Milano a Firenze, dove l'ho utilizzato come impianto Hi-Fi sostitutivo nell'auto della mia ragazza in quanto sprovvista sia di impianto bluetooth sia AUX.

Il Bose SoundLink Mini svolge entrambi i compiti, si collega a qualsiasi smartphone dotato di bluetooth, e se il vostro dispositivo ne fosse sprovvisto (penso alle prime generazioni di iPod), potete tranquillamente collegarlo ai diffusori tramite uno spinotto jack da 3,5 pollici. 

Le batterie durano circa 7 ore, e la ricarica completa vuole meno di 3 ore da presa corrente a muro. 

Inutile dire che i diffusori hanno superato di gran lunga la potenza dell'impianto audio della macchina. Peccato solo non avere il pieno controllo su medi, alti e bassi. I diffusori sembrano infatti essere sbilanciati leggermente verso i bassi.

In casa

SoundLink Mini.jpg

Avendo un impianto Sonos in casa non sapevo bene come poter agganciare i SoundLin Mini all'impianto. Tuttavia benché pensati per la mobilità, i diffusori si sono comportati molto bene anche nell'ambito casalingo.

Memorizzando gli ultimi 6 dispositivi di cui è stato eseguito il pairing, i SounLink si sono comportati egregiamente con il mio abbonamento premium di Spotify, così come Xbox Music.

Qui una piccola registrazione audio/video del test fatto.

In definitiva, per dei diffusori da 199 euro devo ammettere un alto livello qualitativo espresso. Non avessi l'impianto in filodiffusione con Sonos, sarebbe stato un acquisto da prendere in considerazione.

In definitiva un perfetto regalo di Natale per gli amanti della musica e dell'alta qualità.

Grazie a Bose Italia ed Edelman per il test.