Quanto è difficile parlare di Digital Media in Italia - Parte seconda

InternetDays.JPG

Nel maggio del 2011 scrivevo un post con questo titolo "Quanto è difficile parlare di Digital Media in Italia"  e quando sono uscito ieri pomeriggio dalla prima edizione degli Internet Days avevo un misto degli stessi sentimenti ronzare nella mia testa.

Premetto, gli intenti lodevoli, un evento gratuito con Internet protagonista e soprattutto con Wi-Fi aperto non è cosa da tutti i giorni. Tuttavia se le sessioni in plenaria del mattino sono state parecchio interessanti, la qualità dei contenuti è drasticamente crollata durante i workshop del pomeriggio.

Con Stefano ci domandavamo se siamo noi addetti ai lavori il pubblico sbagliato per questo tipo di eventi, oppure se davvero nelle 4/5 sessioni tra le quali rimbalzavamo in cerca di qualcosa di nuovo ci fosse qualcuno ancora che ignorasse gli argomenti trattati. Difficile da credere. 

Consigli su come presidiare il digital, monitorare la Rete, ascoltare il sentiment degli utenti, l'importanza delle immagini nella pubblicità, lo storytelling, la trasformazione del marketing. Una sequela di concetti snocciolati come se fosse ancora il 2010 o ancora prima.  

E' stato il primo anno, c'è tempo per migliorare e per rifocalizzare i contenuti sul futuro e non su di un presente già troppo passato. 

Quali impressioni avete avuto? 

InternetAndrea Contino