Connecting

Ringrazio Anna per avermi girato il video.

Alcuni punti secondo me cruciali:

  • Concordo sul fatto che il feedback tattile potrebbe essere di qualche aiuto con i device futuri
  • Replicare il mondo analogico non è sicuramente l'unica strada per immaginare delle nuove strutture di interazione con le macchine
  • E' futile e allo stesso tempo impossibile dire sempre agli utenti cosa devono fare nel momento dell'interazione. Nel momento questo avviene, credo ci sia un errore di progettazione alla base
  • L'evoluzione è far prendere vita agli oggetti che ci circondano. Internet of Things.
  • Si parla molto di interazione naturale. Ritengo che alcune azioni sono diventate naturali solo dopo che le abbiamo adottate sui device touch

Il futuro che queste persone immaginano è molto Inspiring. Tuttavia mi auguro ci sia sempre una scelta per non essere sempre, comunque e dovunque connessi.

Qualche dubbio sottolineato in questa intervista a Mark Sinnon, su cosa la mente e il corpo umano sono manchevoli in questi tempi iperconnessi.