RTL 102.5 e la gestione di una "piccola" crisi sui Social

In una serata in cui gioca l'Italia si è tutti un po' più patriottici e facilmente infiammabili.

Very Social People.png

Nicoletta mi segnala il post di Nonconvenzionale. Il blog parla di RTL 102.5, una delle principali radio nazionali, che pubblica, probabilmente frutto di un accordo commerciale, un post dove viene linkata la pagina di Goldenpoint per ricevere spese di spedizioni gratuite per gli acquisti effettuati online.

Fin qui niente di male.

Qualcuno tra i post decide di scrivere due righe, facendo notare la pecca di Goldenpoint di far parte del gruppo Omsa. Il gruppo che ha deciso poco tempo fa di spostare tutta la propria produzione in Serbia, dove la mano d'opera costa meno rispetto all'Italia.

Un community manager poco esperto abbocca e decide di cancellare il post. Da qui si scatena una vera e propria bagarre, dove fioccano i ban e nessuno, ma proprio nessuno di RTL decide di dare una risposta ufficiale alla questione. 

Qui il problema non è tanto Omsa o Goldenpoint, ne tantomeno la decisione da parte di RTL 102.5 di sponsorizzare l'azienda sulla propria pagina Facebook.

Il problema è che fretta, paura di sbagliare, insesperienza sono nemiche della comunicazione e fanno precipitare una situazione facilmente risolvibile con una sola risposta: la verità.

Tuttavia la scelta di censurare non fa altro che decuplicare l'effetto fiammifero. Vediamo fino a che punto.

Ps. Non si smette mai d'imparare. Qui quanto accaduto a Repubblica XL, qui a Lattughino e qui (1 e 2) a Lottomatica.

RTL 102.5.png