Lattughino. Il Social Food...Antisocial.

Giornata di pioggia torrenziale da queste parti. Decido di non volermi infradiciare per l'ora di pranzo e intorno alle 12 telefono a Lattughino, un servizio di food delivery di Milano, per farmi recapitare il mio pacchetto per le 13.

La giornata è di quelle da traffico intenso, si sa, con la pioggia un po' tutte le metropoli rallentano. Mi dicono che la consegna verrà effettuata tra le 13.30 e le 13.40. 

Ampiamente accettabile.

Ore 13.50, nessuno s'intravede all'orizzonte. Decido di telefonare.

"Si, guardi, come le ho detto al telefono l'ordine arriva alle 13.40. Tra 15 minuti è lì."

"Come? Guardi sono già le 13.50."

"Si, si, appunto tra 15 minuti sono lì. Sa, con la pioggia..."

Già fuori è uggioso e sembra Novembre, meglio non polemizzare troppo e aspettare con pazienza il mio fagotto.

Ore 14.30. I colleghi ritornano dal pranzo, io al telefono da 8 minuti al centralino Lattughino con la simpatica musichetta della segreteria dall'altra parte. All'11esimo riaggancio. Nel frattempo decido di lasciare questo post su Facebook. Oramai rassegnato, compro una focaccia dalla macchinetta.

 

Ore 14.50. Mi chiamano dalla reception. E' arrivato il pranzo. Alla buon ora... Solo 1h e 20 min di ritado che vuoi che sia. Pago e risalgo a mangiare. Fortunatamente ho la concessa flessibilità per farlo. Nel frattempo Lattughino mi risponde su Facebook. 

Ma, proprio mentre replicavo a mia volta, scopro che il post è stato cancellato dalla pagina, sono riuscito a fare uno screenshot prima di chiuderla, questa la mia risposta: 

Non è successo nulla di grave, la gente muore di fame ogni secondo da quando è apparso l'uomo sulla faccia della terra, sono l'ultimo a lamentarsi per questo tipo di cose.

Segnalo solo una politica un po' strana di gestire la customer care, con un centralino, se non intasato, difficilmente reattivo nelle risposte, ma soprattutto una gestione poco social e poco attenta della pagina Facebook. Non è esattamente quello che abitualmente mi aspetto da un servizio che dell'online fa uno dei suoi punti di forza.

Son bravi tutti a vendere bene un prodotto, soprattutto sui social, se si nascondono i disservizi e critiche sotto il tappetino dell'uscio.