Google e le mezze verità

Google

E’ forse la prima volta in cui vedo Google “sporcare” la propria home page con una freccia per sponsorizzare un suo prodotto. Si era visto in passato con Chrome e con Android, ma si erano fermati a dei link.

Ora una bella freccia campeggia a segnalare che Google+ è aperto a tutti.

A tutti?

No beh, se hai Apps non puoi mica accedere.

Google  is not available for Google AppsChe sarà mai.

Pur introducendo qualche novità, il clone di Facebook poco ha portato al discorso Social se non ampliandosi ora ad un ambiente collaborativo come fu per Wave.

Ho trovato qualche spunto di riflessione interessante ieri leggendo il post di Stewe Boyd sul futuro di Google+:

Google+ is dead. At worst, in the coming months, it will literally fade away to nothing or exist as Internet plankton. At best, it will be to social networking what Microsoft’s Bing is to online search: perfectly adequate; fun to stumble onto once in awhile; and completely irrelevant to the mainstream web.

Un po’ drastico, ma ad oggi poco confutabile.