Beni di prima necessità

IMG_0273 Ieri sera mi sono ritrovato insieme a Elena alla presentazione di 6 nuovi modelli di moto custom targate Harley Davidson (Facebook - Twitter), nonché del loro spessosissimo catalogo 2011 di 800 pagine. Complimenti per la scelta della location, molto adatta alla presentazione.

E mentre ero lì, abbastanza imbarazzato per il fatto di non essere un blogger appassionato di moto (nonostante abbia saldamente in pugno la mia patente A), ho riflettuto sul fatto che fossi circondato da persone che erano presenti perché appassionate, innamorate, come risucchiate dal canto di sirene di omerica memoria. Non potendo quasi fare a meno che non esserci.

Innamorate di un brand. E mentre noi eravamo lì nel cuore di Milano, dall’altra parte del mondo veniva presentata la Tavoletta 2 e c’era tutta un’altra schiera di innamorati sbavanti come dei segugi di fronte alla preda.

C’è un bellissimo libro che spiega questo tipo di comportamenti, è il solo che ho letto sull’argomento, ma scommetto che le librerie abbiano una sezione apposita e ne abbiano in quantità. E’ una cosa che mi affascina molto e che cercherò di approfondire. Qualcuno se lo dimentica troppo spesso, ma è proprio questo scambio di effusioni materiali quello che sta alla base (o così si presuma debba essere) del rapporto non scritto azienda-blogger.