Il Touch invade anche le pubblicità

Dopo che ieri ho letto questo articolo di Tiragraffi, ho notato che un altro linguaggio proprio della tecnologia, oltre agli emoticon, sta diventando popolare tra gli intermezzi pubblicitari.

E' il touch.

Device che facevano uso del "tocco" esistono da molto prima che arrivasse l'iPhone nelle nostre tasche nel lontano 2007. Quello che è cambiato per sempre è l'esperienza d'uso, l'interfaccia propria del dispositivo che ci fa interagire con esso con delle gestualità del tutto naturali.

Movimenti di dita, ingrandimenti, e vari picchiettamenti sullo schermo hanno settato un nuovo standard di movimenti (non solo, anche di linguaggio, ora per premere sullo schermo pare si dica tappare) che difficilmente scorderemo, ma che anzi ci risulta scomodo non ritrovare su altri strumenti che non siano quelli Apple.

Da qualche settimana sembra che riportare negli spot questo tipo di interazione uomo-macchina sia il preferito dei pubblicitari. Due su tutte? Quella di Dixan e della gamma Full Hybrid di Toyota. Eccole di seguito.

Mi affido a chi è esperto più di me in materia di pubblicità, se sarà un trend crescente o si esaurirà molto brevemente. Nel frattempo avete trovato altri spot che propongono il "touch"?