Kinect e il potere della Rete

Le spinte dal basso, quelle che vengono dalla Rete, sono diventate sempre più forti ultimamente. Non sono pressioni intimidatorie a mo' di petizioni, non sono altro che l'espressione del crowdsourcing, del copyleft, della voglia di trasformare quello che le aziende mettono a disposizione dei consumatori per farlo diventare qualcosa d'altro. Talvolta anche migliore del prodotto originale stesso.

Un plauso dunque a Microsoft che, con un colpo di coda di Craig Mundie, ha deciso che rilascerà ufficialmente al pubblico e gratuitamente il software che permetterà di sviluppare programmi e funzionalità studiati apposta per Kinect. E se da una parte Sony continua con la sua caccia alle streghe a suon di cause contro chi cerca di modificare PlayStation 3, Microsoft dà una spinta agli hacker.

Hacker buoni si intende, nel vero senso della parola, con il rilascio di questi tool di sviluppo tutti si potranno cimentare a creare qualcosa di strabiliante.

E' il potere della Rete, baby.

(Come se non bastasse, un ennesimo video di "utilizzo altro" di Kinect)