Nuovo Kindle, opinioni e confronto con Sony PRS-650 Touch Edition

 

Qualche giorno fa ho ricevuto in regalo il nuovo Kindle, sbarcato in Italia il 30 novembre sullo store Amazon.it. La mia base di partenza nel mondo eReader era quella di Reader Sony ricevuto e testato lo scorso marzo.

Il nuovo Kindle vs Sony PRS-650 Touch Edition

La versione del nuovo Kindle ricevuta è quella base, l'unica al momento disponibile in Italia, con schermo E Ink Pearl da 6'' e connessione Wi-Fi. Come il Sony PRS-650, anche il nuovo Kindle ha una capienza di circa 1.200 libri, circa 2 GB, tuttavia quest'ultimo non ha la possibilità di espandere la memoria come il precedente. Il nuovo Kindle si dimostra subito rapido e spartano nel software, molto più veloce nello sfogliare le pagine rispetto al modello Sony, anche se con qualche incertezza in più in fatto di latenza. Se si rimane molto sulla stessa pagina il Kindle, infatti, mostra molto più chiaramente alcuni caratteri sullo sfondo, appartenenti alla pagina precedentemente letta. La cosa non accade invece con il Sony che è caratterizzato da una maggiore lentezza nello sfogliare le pagine, soprattutto in quelle contenenti immagini, ma altresì una grande pulizia di sfondo al momento della lettura. Forse anche grazie ad un utilizzo di un tono di bianco più acceso rispetto al pannello del Kindle.

Non so quanto mi mancherà la connessione 3G sul Kindle, ma nel mio primo viaggio appena trascorso non ne ho davvero sofferto. Perché parlo di connessione? Il Kindle in più rispetto al Sony PRS-650 (i nuovi modelli Sony hanno anche loro il Wi-Fi) ha dalla sua il Wi-Fi che non sono gli permette di collegarsi direttamente allo store Amazon e scaricare i libri senza dover passare dal computer, ma anche di poter condividere sui Social Network (Twitter e Facebook al momento) passi del libro che si sta leggendo. Arrivando alla cosa più importante, grazie alla connessione internet il Kindle, grazie alla tecnologia whyspersync, condivide segnalibri e note nel cloud in modo da poter riprendere la lettura nello stesso punto anche al di fuori dell'oggetto fisico Kindle, come computer, iPhone, iPad, Android e Windows Phone.  

Questa versione di Kindle non è touch, assenza che poco si fa sentire se non al momento di evidenziare frasi o paragrafi o quando si deve scrivere qualcosa con la tastiera. Difatti bisogna fare tutto con le frecce direzionali e il tasto centrale per confermare la selezione. Nulla di complicato anche se con la frenesia alla quale ci hanno abituato gli aggeggi tecnologici perdere qualche secondo in più lo fa sembrare vetusto sotto questo punto di vista. 

Le cose che ho apprezzato fino ad ora sono l'estrema leggerezza e praticità nel maneggiarlo, così come la facilità d'acquisto di un nuovo libro dallo store (anche se per il momento i titoli a disposizione non sono ancora moltissimi). Il software per l'importazione dei vecchi eBook è praticamente assente, si tratta infatti di fare un drag & drop all'interno della cartella Kindle che apparirà sui vostri computer una volta collegato con il cavo USB 2.0. Il Kindle non supporta storicamente nessun formato ePub ed ha qualche problema nell'adattare i PDF al pannello. Nessun problema, c'è il software Calibre in nostro soccorso. Calibre permette non solo di gestire il contenuto di Kindle, ma anche trasformare vecchi libri nel formato adatto alla lettura su Kindle, per i PDF vi consiglio di trasformarli in MOBI.

I libri acquistati sullo store Amazon invece hanno vita propria, nel senso che sono sempre raggiungibili, gestibili e riscaricabili sul dispositivo attraverso la pagina profilo su Amazon.it 

Al momento sono soddisfatto, soprattutto dalla facilità d'acquisto dei libri e dalla condivisione del punto di lettura. La sola cosa ostica a mio avviso, è concettuale, e si tratta del posizionamento dei tasti di scorrimento in avanti e indietro delle pagine. Il Kindle ha 4 tasti laterali, 2 a destra e 2 a sinistra che permettono di avanzare e arretrare tra le pagine. Tuttavia i tasti avanti e indietro sono posizionati uno sopra l'altro, per poter utilizzare il Kindle con una sola mano evidentemente, ma se voglio usarlo con due ci si ritrova un po' spaesati in quanto le mani sono sfalsate nella pressione dei tasti. Infatti i tasti grandi, sia a destra che a sinistra, sono dedicati all'avanzamento, mentre avrei preferito che fossero alternati. 

Pure pippe da nerd, ma sviluppate dopo un'intenso utilizzo di lettura.

Non so se consigliarvi l'acquisto di questa versione di Kindle oppure attendere l'uscita delle altre già presenti sul mercato americano. Certo è che se siete appassionati di lettura, non vi dà troppo fastidio abbandonare la carta, e volete spendere solo 99€, beh allora fa per voi.

Se siete invece smanettoni e odiate i sistemi walled garden, allora forse è meglio guardare altrove: Sony, Kobo, etc.