Rane che bollono

A volte mi domando come mai chi non è avvezzo all'utilizzo di oggetti tecnologici faccia così tanta fatica ad approcciare gli stessi. Nello specifico computer, nello specifico i miei genitori, che ne sono il mio esempio più lampante, ma anche alcuni ragazzi che un PC non l'hanno mai visto prima di sentir parlare di Facebook (grande esempio dal Triso).

Ed è stato altrettanto difficile per me comprenderne gli ostacoli, vuoi per scarso interesse, vuoi per assenza di voglia.

Mark Suster propone un paragone interessante con la storia delle rane che bollono in pentola. In breve, se una rana viene messa in una pentola con acqua già bollente scapperà via. Se invece viene calata quando l'acqua è ancora fredda non scapperà se l'acqua verrà fatta scaldare gradualmente.

Un paragone che ben si adatta al paradigma tecnologico. Per chi ci è nato, per chi respira tecnologia da quando è in fasce, spesso non si accorge nemmeno di come quest'ultima gli abbia cambiato la vita e si dimentica facilmente di quanta fatica si faceva fino ad alcuni anni fa a fare le stesse cose che si fanno oggi. Chi invece viene "calato" di punto in bianco può essere un'esperienza incomprensibile, quasi scioccante.

Vero o falso che sia l'aneddoto, siamo tutti un po' rane.