Purché se ne parli

Bene o male che se ne dica, iPhone 4 è sempre più protagonista da quando un blogger di Gizmodo lo scovò in un bar con qualche mese d'anticipo dalla sua data di annuncio.

iPhone 4 esce, fa il botto come annunciato. Quasi 2 milioni in tre giorni. Ma? Si, c'è un ma. Anche Apple non è perfetta e non sempre le ciambelle escono col buco. Sta di fatto che se lo si impugna in un certo modo, si dice con la mano sinistra, il segnale della banda del telefono precipita vertiginosamente, lasciando all'utente solo le chiamate d'emergenza.

La Rete non perdona. Microsoft non si risparmia. E all'orizzonte c'è chi profila il richiamo dei telefoni già venduti. Ma Apple che fa? Pare spallucce, ma come dice L.A. Times, c'è bisogno che si dia una mossa o le perdite si faranno sentire e colpiranno forte.

When Apple Inc.'s shares slid nearly 5% on Tuesday, Bernstein Research analyst Toni Sacconaghi issued a report saying that although a "full product recall of the iPhone 4 would be highly unlikely," the occurrence would end up costing Apple a whopping $1.5 billion.

"Apple's image -- and potentially iPhone sales -- could be compromised if Apple does not explicitly -- and constructively -- address the issue of what it believes is wrong with the phone and how it will address it," Sacconaghi said in the statement.

Scommettiamo?