Da Vancouver a Seattle

From Vancouver to Seattle from Contz on Vimeo.

Le nuvole separano in modo netto terra e cielo facendo sembrare quegli spazi già così immensi ancora più grandi. E’ stata stancante, sì, ma molto meno del previsto. Probabilmente perchè la strada è tutta dritta, il panorama a contorno conforta la vista e di sicuro la parte più stressante è stata solo al confine dove penso che l’unica domanda che gli restasse da farmi fosse come ero vestito il primo giorno di elementari.

US Boarder

Già, il confine, pochi metri che dividono due nazioni. 6$ e 1 ora per attraversarli. Sono d’accordo sulle restrizioni e le precauzioni sulla sicurezza, ma le motivazioni che mi portano a farmi un giro a Seattle saranno ben fatti miei, tanto mio caro officer, ti potrei raccontare qualsiasi cosa e te la devi far bastare come motivazione.

IMG_0505Poco più di tre ore tutto considerato. Toccata e fuga, forse un po’ eccessivo da farsi in giornata, ma ne è valsa la pena. Le periferie qui bastano solo di un’occhiata per accorgersi che si riesce a far tutto con un ritmo di vita improntato sulla lentezza, la tranquillità. Impensabile  finchè non lo si vede con i prorpi occhi.

L’esserci andato non è valso tanto per dire ci sono stato, anche perchè 600km non sono mica pochi, quanto per dire ci sono arrivato. Un altro piccolo sasso di bagaglio. Ed è un po’ come viaggiare dentro se stessi e aver capito tante cose.