Wired. Customer care

Pur non avendo fatto parte della spedizione di blogger che hanno visto il numero zero, sono abbonato a Wired Italia dal primo giorno che è stata messa online la possibilità di sottoscriversi. Più che soddisfatto della puntualità sulla consegna, ho sempre ricevuto la rivista con svizzera precisione. Martedì ricevo il #14 Aprile 2010. Inizio a sfogliarlo come di consueto, ma mi accorgo che c'è qualcosa che non va nella numerazione delle pagine. Saltavano da 100 a 150, per poi ricominciare da 99, articolo su Branson ripetuto più volte. 

Copia fallata, errore di stampa. Che fare?

Il bello di Internet entra in gioco. Scrivo un tweet al direttore Riccardo Luna 

Passano davvero pochi minuti e Riccardo mi risponde così:

Dopo un breve scambio epistolare via email questa mattina ho ricevuto via corriere la copia nuova e correttamente stampata. (Foto a riprova) 

A quanto pare, purtroppo, non sono stato il solo a ricevere una copia difettosa e Riccardo invita tutti a segnalarlo: 

Direte, è solo un giornale, ma se un po' tutte le aziende quando sbagliano iniziassero a fare così? Grazie ancora a Riccardo e Condè Nast per la gentilezza e velocità