InfoPayment

Come dice Luca, se l’informazione online è di qualità è giusto pagarla. Condivido. Sono di ieri i risultati di una ricerca pubblicata da Nielsen sulla disponibilità da parte degli utenti di pagare news e intrattenimento.

image Benchè l’85% delle 27.000 persone intervistate consideri che i contenuti free rimangano tali, oltre il 70% ha risposto che sarebbe disposto ad aprire il portafogli per pagare contenuti considerevolmente migliori qualitativamente parlando.

La cosa interessante è che la cosa si ripercuote non solo su quei settori dove già normalmente si pagano cifre considerevoli, ma anche sui magazine e quotidiani.

Il punto su quale focalizzarsi non è tanto quello di Nielsen, ovvero sui metodi di pagamento, ma su quello che LATimes propone. Quello delle piattaforme. Se Online ci si deve spostare, c’è bisogno di uno sforzo per far si che questi contenuti oltre ad essere di qualità, possano essere anche fruiti con la miglior esperienza possibile.

Will see. Qui il link alla ricerca completa.