Gamification

gamification

Margaret Robertson è una game designer che per lavora per l'agenzia londinese Hide&Seek. Ha scritto questo bellissimo post spiegando in modo preciso quale sia la differenza basilare che passa tra quello che oggi nei Social Media viene chiamato Gamification e quello che invece un gioco in realtà è.

Strumenti come Foursquare o Gowalla propongono oggi sistemi di reward, come badge o punteggi, che agli occhi dell'utente finale possono sembrare un gioco, ma che in realtà per loro stessa natura non lo sono, sebbene ne siano una parte fondante. Portare all'essenzialità operazioni come la gestione del proprio conto bancario o altre attività legate al tempo libero non significa che quest'ultime vengono trasformate in un gioco. Sono soltanto un modo diverso di far esperienza delle stesse cose di prima.

Un gioco è tutt'altro. Ci sono decisioni da prendere, strumenti da scegliere, è in ballo la vita o la morte, e quindi la prosecuzione stessa del gioco. Mentre correre, e correre con in più l'applicazione Nike+ collegata al mio iPod cambia poco il fatto che debba percorrere determinati km al giorno.

Games give their players meaningful choices that meaningfully impact on the world of the game. Deciding to run two miles today rather than one, or drink two liters of Coke instead of four are just choices of quantity. Deciding to dump my sniper rifle for an energy sword is a meaningful choice. It’s going to change how I move, who I fight, when I run. It’s literally going to change whether I live or die, and that - for which I thank the stars – is currently something Nike and Coke can’t match.

Quello che in realtà oggi chiamiamo Gamification, altro non è in realtà che una Pointification. Ovvero dare un sistema di punteggi ad azioni che compiamo, in modo da mascherare ciò che in realtà continua a mantenere la sua stessa natura.

Gamification is the wrong word for the right idea. The word for what’s happening at the moment is pointsification. There are things that should be pointsified. There are things that should be gamified. There are things that should be both. There are many, many things that should be neither.

(Immagine)