Twitter business model

Andrea direttamente da LeWeb riprende il keynote di Ryan Sarver, Director of Platform di Twitter. In breve Twitter aprirà le porte del proprio codice non solo a Google e Bing, ma anche a tutti gli sviluppatori.

I guadagni arriveranno e saranno condivisi con il proprio ecosistema di sviluppatori che costruiranno applicazioni basate sul codice ottenuto.

Ad oggi sono già 50.000 le applicazioni esistenti per Twitter e il condividere le revenue con i propri partner credo sia una mossa più che vincente (Pensiamo a Tweetdeck o Seesmic).

Maggiori dettagli verranno forniti nel 2010 attraverso una Developer Conference che si terrà a San Francisco chiamata Chirp.

Come si chiede giustamente VentureBeat, chissà cosa otterranno di diverso Google e Bing da Twitter ora che il codice verrà aperto al mondo.