CuboVision

Come anticipato ieri, sono riuscito a partecipare alla presentazione di CuboVision. La TV "over the top" come l'ha definita l'amministratore delegato Franco Bernabè.

La strategia di Telecom è chiara fin da subito, in Italia ci sono 8 milioni di linee che non sfruttano la banda larga e CuboVision è l'incentivo giusto per attivare un abbonamento ADSL. Affermano come è giusto che sia di essere un'azienda di telecomunicazioni e non un content provider. Il progetto di CubeVision quindi è aperto a tanti i potenziali interessati, sia che essi siano broadcaster come Mediaset o produttori di contenuti multimediali come portali online o case di produzione cinematografiche. 

CuboVision è per così dire in fase di sperimentazione, non è un prodotto destinato immediatamente a tutti, ma che Telecom Italia vuole far testare ad un pubblico selezionato, per questo è acquistabile solo in determinati luoghi. Benchè l'obiettivo sia il mercato di massa si vuol prima dare l'opportunità agli smanettoni di dare i necessari feedback per rilasciare un prodotto con un buon livello di standard.

Dalla presentazione si evince che il Cubo è un decoder multifunzione che permette di accedere sia al digitale terrestre sia, attraverso una connessione ad internet, la fruizione di canali video live e on-demand delle principali WebTV internet, potenzialmente tutte. Il tutto condito da widget e un ampio catalogo di film e altri contenuti on demand e anche in alta definizione.

Benchè il mio dubbio principale su eventuali problemi di ampiezza di banda abbia avuto risposta, Telecom garantisce infatti una buona visione su tutti i tipi di ADSL con alcuni momenti di attesa iniziali dovuti a tempi di latenza e caricamento, resto ancora perplesso sulla reale qualità con una banda da 6 mega come quella di casa mia.

Lo scoprirò presto, un CuboVision verrà spedito ad ogni partecipante. Vi invito a guardare la presentazione che ho filmato di Franco Bernabè e i passaggi di Luca Tomassini (1,2,3,4).