Posts in Life
Chi siamo, da dove veniamo

Nessuno nasce “imparato” su come comprendere se stesso.

È una cosa maledettamente complicata e per la quale ci vogliono anni per venirne fuori. Sicuramente una grossa mano ci può arrivare dagli altri che ci aiutano a costruire la nostra identità e a comprendere come reagiamo agli stimoli del mondo.

One of the hardest things in the universe to understand is the interior of our own minds: we can have spent decades on the earth before we've grasped even very basic things about who we are and how we function. It's not for nothing that the Ancient Greeks felt philosophy had only one command: Know yourself! But however arduous, the journey can be facilitated by a few well-aimed bits of advice…

LifeAndrea Contino
Addormentarsi, ma di merda

Ecco, chi si diletta a seguire i miei post quotidiani avrà notato la mia spasmodica fissazione per il dormire. Non come atto in sé, per quelli che dormirebbero fino alle 2 di pomeriggio con 14 ore filate, ma alla qualità dello stesso.

Ieri sera per esempio, complice il primo caldo ho dormito davvero malissimo. E quindi sto facendo collezione di tutta una serie di video per come ricaricare le batterie attraverso il sonno, mixandoli con quelli che mi dovrebbero far addormentare in pochi minuti.

Per adesso solo il Kindle mi sta aiutando.

E, grazie al cavolo aggiungo, dormire è un super potere che pochi prendono in considerazione.

Sleep is your life-support system and Mother Nature's best effort yet at immortality, says sleep scientist Matt Walker. In this deep dive into the science of slumber, Walker shares the wonderfully good things that happen when you get sleep -- and the alarmingly bad things that happen when you don't, for both your brain and body.

LifeAndrea Contino
Lucciole

Non che ci sia molto da denotare in questo primo caldissimo weekend se non l’apparizione delle lucciole (gli animali, maliziosi) a pochi metri dal cancello di casa, proprio dove iniziano i campi coltivati.

È bello riuscirsi ancora a stupirsi ogni tanto.

LifeAndrea Contino
Per il rotto della cuffia

Ho votato.

Ma anche perché ho passato un weekend di relax al mare.

Sperimentando che anche Alitalia nella nuova tratta Linate-Olbia and back, appena sottratta a AirItaly-exMeridiana, riesce comunque a essere in ritardo.

LifeAndrea Contino
La scienza del dolore

Explore the biological and psychological factors that influence how we experience pain and how our nervous system reactions to harmful stimuli. -- In 1995, the British Medical Journal published a report about a builder who accidentally jumped onto a nail, which pierced straight through his steel-toed boot. He was in such agonizing pain that any movement was unbearable. But when the doctors took off his boot, they discovered that the nail had never touched his foot at all. What’s going on? Joshua W. Pate investigates the experience of pain.

LifeAndrea Contino
Niksen

I popoli nordici sono maestri nell’insegnarci a come poltrire. Il concetto danese di niksen elogia e premia il dolce far niente. Liberarci dalla cultura del dover essere costantemente occupati a fare qualcosa, non solo è salutare, ma è anche produttivo per il nostro cervello e il nostro fisico.

Ms. Mann’s research has found that daydreaming — an inevitable effect of idleness — “literally makes us more creative, better at problem-solving, better at coming up with creative ideas.” For that to happen, though, total idleness is required.

“Let the mind search for its own stimulation,” Ms. Mann said. “That’s when you get the daydreaming and mind wandering, and that’s when you’re more likely to get the creativity.”

Per farlo il suggerimento è trovare uno spazio della propria casa dedicato proprio a questo. Per me è sempre stata la mia scrivania e il mio computer personale. Dove non entrano cose di lavoro, ma solo ciò che mi appassiona. Per me non è perdere tempo, ma trovare qualcosa dal niente.

Altamente rilassante. Soprattutto in queste giornate di pioggia.

Your surroundings can have a major impact on how much nothingness you can embrace, so consider the physical space in your home and workplace. Keep your devices out of reach so that they’ll be more difficult to access, and turn your home into a niksen-friendly area. Add a soft couch, a comfy armchair, a few cushions or just a blanket. Orient furniture around a window or fireplace rather than a TV.

LifeAndrea Contino
Dress-code panic

E allora non lo so, che cos’ho, se sono solo io o se succede anche a qualcun altro, nel mondo, ma com’è che quando mi alzo al mattino e mi metto una camicia e lei è bella stirata, tutta dritta, perfetta e in tiro, che mi guardo allo specchio e mi stimo tutto inorgoglito di fronte e di profilo, com’è che dopo dieci minuti che mi son messo la cintura in macchina, o che son seduto sul treno nel mio posto prenotato, sembra sempre che sono andato a dormire vestito?

il Many parla del nervosismo della connessione vestito bene - abiti stropicciati.

Io ho preso posizione qualche tempo fa. Niente giacca né cravatta se non a cerimonie o occasioni di cene di gala o super formali.

Fortunatamente non sono obbligato da contratto lavorativo ad indossare un completo. Perciò vesto casual e con indumenti che mi fanno sentire a mio agio sempre.

Lo so, me ne frego delle convenzioni e del bon ton. Ma sinceramente non ci faccio nemmeno più caso. Se il rispetto per il prossimo si deve basare sui cliché di come ci si veste, allora non è cosa per me.

Per dire, e per coerenza, nemmeno al mio matrimonio metterò cravatte o papillon.

Felice di aver fatto questa scelta tempo fa.

LifeAndrea Contino